Modifiche che rendono la moto più confortevole e personalizzata - Africa Twin

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Modifiche che rendono la moto più confortevole e personalizzata

Modifiche

Su questo capitolo dovrò soffermarmi a lungo in quanto considerato che, di lavoro sono un riparatore e installatore elettrotecnico e meccatronico, mi sono divertito con la parte elettrica della moto.

Faccio una premessa a tutti coloro che modificano le parti elettriche, vi consiglio sempre di lasciare intatto l'impianto originale della moto e se volete aggiungere degli accessori elettrici fate un secondo impianto elettrico partendo dalla batteria con un +30 (termine tecnico che vi garantisce, che, è una linea sempre in tensione anche a quadro elettrico spento) protetto da fusibile posto vicino alla batteria, poi montate una fusibiliera vicino a quella originale scrivendoci vicino "servizi" e prelevate un + 15 (termine tecnico che identifica la linea che c'è corrente solo a chiave inserita e posta nella posizione di "on") con un relè da 30A, poi portate alimentazione all'ingresso della fusibiliera. Nella fusibiliera ci saranno i fusibili idonei agli utilizzatori montati. Con questo sistema avrete un impianto elettrico semplice e affidabile, in caso di corto circuito in seguito a un errore di cablaggio o anomalie dei servizi, sarete sempre tranquilli che l'impianto elettrico della moto sarà sempre nella massima efficienza.

Utilizzate sempre o nel limite del possibile, i connettori originali della moto, sarà più facile interfacciare gli strumenti originali della moto con quelli aftermarket, questo vi permetterà di poter riconvertire la moto con gli strumenti originali in caso di vendita (la moto originale spesso vale di più di una moto modificata anche se gli avete montato i componenti migliori in commercio). I connettori vanno montati "sempre" con la femmina sul lato telaio (il cablaggio fisso sulla moto, perchè in quei connettori ci sarà sempre corrente), mentre tutti i connettori degli accessori e delle sonde, sono sempre maschi (perchè sono facilmente smontabili e privi di tensione). Questo accorgimento utilizzato a livello internazionale nella costruzione degli impianti elettrici dell'automotive, serve per evitare un corto circuiti nel caso in cui nei connettori maschi che portino corrente. E' sufficiente, che involontariamente, vi finisca dentro un qualsiasi pezzo metallico per fare dei danni all'impianto elettrico.

Se fate delle giunzioni, preferite fare delle saldature e copritele con la termoguaina, il collegamento sarà più affidabile e duraturo. Non fate mai giunzioni con capicorda crimpati male o rovinati, piuttosto rifate la giunzione, oppure unendo i fili a mano e nastrarli con il nastro isolante, questo con gli sbalzi termici, perde l'adesivo e si riapre il collegamento, quasi sicuramente farà un corto circuito con il telaio.

Come ultima cosa, quando trovate dei contatti sporchi o ossidati non puliteli mai con gli oli spray, sono degli isolanti (il cambio automatico, tutte le elettrovalvole che lo fanno funzionare, sono a bagno d'olio), peggioreranno la situazione, usate solo spray pulisci contatti elettrici.

Tutte le modifiche effettuate sulla moto, non sono state fatte ne saldature, fori o altro; ma ho sfruttato tutti gli attacchi, supporti o altro, ORIGINALI della moto.  

 
Torna ai contenuti | Torna al menu